Ospitalità diffusa

ruraldimensions
ruraldimensions

Bellosguardo ha un immenso patrimonio di seconde case, inutilizzate da tempo a causa dello spopolamento che negli ultimi trent’anni ha portato sempre più i residenti a spostarsi verso i centri urbani. L’associazione Rehub Alburni ha così pensato di sperimentare una rete di Ospitalità Diffusa, contattando i proprietari delle case per averle a disposizione in comodato per determinati periodi stabiliti di comune accordo, in cambio di piccoli lavori interni per rendere agibili le abitazioni. La rete sperimentale, dispone attualmente di 24 posti letto, dislocati in sei strutture all’interno del centro abitato, di cui una struttura B&B. Le abitazioni hanno mantenuto l’arredo tipico delle case rurali, il servizio offerto è quello tipico delle strutture extra-alberghiere con possibilità di poter fare una colazione a km zero in uno dei bar convenzionati con la rete. Vivendo all’interno del borgo e avendo nella maggior parte dei casi un’intera casa a disposizione, il visitatore si sente calato perfettamente all’interno della realtà locale. L’accoglienza diventa così la caratteristica identitaria di una comunità che fortifica il legame con il territorio da parte di chi lo visita e di chi lo abita.